Magazine di informazione e opinione sull' Appenino Tosco-Emiliano
Image

Non sono mancate le polemiche dei cittadini a seguito della frana tra Cespole e Lanciole. Alcuni residenti, riuniti nel comitato spontaneo “ Comitato Cittadini San Marcello Piteglio” hanno manifestato il proprio disappunto in seguito all'annuncio dei lavori di ripristino, considerati dalla provincia “di somma urgenza”.


«Tranquilli, lunedì tempo permettendo, inizieranno i lavori sulla frana caduta sulla strada provinciale SP 34 Val di Forfora, fra le frazioni di Crespole e Lanciole – ironizzano i membri del comitato –. Questo si legge nel comunicato della Provincia. Annunciano i lavori saranno effettuati in “somma urgenza”. Dopo una settimana dall’evento franoso?»

«La frana impedisce di fatto agli abitanti di Crespole di raggiungere San Marcello e Pistoia e per farlo si dovrà passare da Pescia. Comodo, vero? Non si poteva perlomeno aprire una carreggiata, regolamentando il transito ad un solo senso di marcia con l’ausilio di un semaforo, in attesa del lavoro definitivo?» incalzano i membri del comitato.

«Il Presidente della Provincia e Sindaco , anche di quel territorio, Luca Marmo è stato informato di questa criticità? Perché da quello che si legge non sembra essere informato dei fatti…» hanno sottolineato i cittadini del comitato. E poi, la conclusione.
«Chissà se gli amici della Val di Forfora, sono sempre convinti dei benefici promessi loro da Marmo con la fusione con il comune di San Marcello?».

Vedremo se nei prossimi giorni i lavori inizieranno effettivamente su questo tratto. Il comitato intanto, con una serie di fotografie che riportiamo, ha sottolineato anche lo stato fatiscente di alcune strade provinciale sul territorio dell’ex comune di Piteglio.