fbpx
Pixel - BannerTop - start 01.11.2021
Magazine di informazione e opinione dell' Appennino Tosco-Emiliano
ADV
Image

Per una volta allarghiamo un po' il nostro consueto sguardo sulla Metropoli Rurale Alto Reno e guardiamo un poco più ad ovest, verso l’Appennino reggiano: in mezzo a questi monti, la frazione del comune di Ventasso chiamata Cerreto Alpi ne costituisce il centro abitato più antico e ricco di storia. Una storia così affascinante da non poter essere raccontata. La conoscete? «Effettivamente mi dice qualcosa…». Sì, è così!


L’affascinante paesino distante 2 ore e 20 circa da Pistoia e quasi altrettanto da Bologna è anche sede di una realtà particolare, nata nel giugno del 2003 con l’intento di riqualificare la vita montana attirando così turisti e visitatori. Un gruppo di giovani attivo ed entusiasta, che non solo non intende abbandonare il luogo natìo ma cerca ormai da quasi vent’anni di amplificarne le attività. E così, la Cooperativa “I Briganti di Cerreto” organizza e gestisce molteplici iniziative tra Cerreto Alpi e dintorni, come ad esempio la cura del verde, la commercializzazione di prodotti tipici e corsi didattici su temi inerenti il territorio (foresta, fauna ecc) che diffondono nelle scuole delle vicine province. I “Briganti” gestiscono anche strutture ricettive ad uso turistico (suggestivo il soggiorno al Molino di cui trovate ampie informazioni nel loro sito) e si offrono spesso da tramite per servizi diversificati per conto di Enti o privati. Sedici sono i Soci Fondatori, di cui cinque lavoratori a tempo pieno all’interno della Cooperativa stessa, tra laureati, geometri, periti tecnici, accompagnatori faunistici ed istruttori Nordic Walking (ANI).

ADV

Le collaborazioni spaziano dalla Comunità Montana Appennino Reggiano fino al Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, comprese le vicine città della piana: la loro, è una missione importante che mira ad unire turismo, natura e tradizioni rispettandole e godendone a pieno le bellezze. Tra le attività più gettonate della stagione invernale, le “ciaspolate” organizzate da I Briganti di Cerreto riuniscono gli amanti delle camminate sulla neve per escursioni alla scoperta di suggestivi angoli dell’Appennino, con pausa squisita per un pranzo in ristoranti tipici del luogo.  E poi ancora fine settimana all'insegna della raccolta di funghi e castagne (con personale esperto) ed iniziative solidali davvero lodevoli come la recente partecipazione estiva ai “Giovedì nel parco” (per mano e mente dell’associazione Gast Onlus di Reggio Emilia in collaborazione con l’appennino tosco-emiliano) che ha visto l’organizzazione di attività all’aperto volte all’inclusione sociale di persone disabili con le loro famiglie.


Il 28 Agosto, i “Briganti” sono stati ospiti nella puntata di Linea Verde Radici a tema Emilia Romagna, a testimonianza di una realtà che sta sempre più affermando la sua importanza. Per saperne di più, segui la pagina Facebook o scrivi a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Un’occasione da non perdere per scoprire un angolo magico dove dolce è ancora l’odore di legna e bucato, sostenendo al contempo le brillanti attività di un gruppo di giovani qualificati, con tanto puro amore per la montagna e quel pizzico di inventiva che rende tutto più interessante. Secondo noi si tratta di un'idea di fare rete col territorio da esportare, quanto prima, anche nella nostra area di riferimento.

 

ADV

Primo piano

L'imprenditore agricolo Bizzarri: «Il cambiamento climatico come opportunità, ma occorre cambiare logistica». Evoluzioni, opportunità, e nuovi punti di forza delle produzioni agricole sull'Appenino.

L'imprenditore agricolo Bizzarri: «Il cambiamento climatico come opportunità, ma occorre cambiare logistica». Evoluzioni, opportunità, e nuovi punti di forza delle produzioni agricole sull'Appenino.

Economia & Lavoro 22 Novembre 2021
«La logistica è la nota dolente non della nostra azienda, ma di tutto il comparto agricolo montano. Trovare una sintesi tra tutte le aziende sarebbe...
Cambiamento climatici e prodotti tipici: il piano Coldiretti per il rilancio del settore e il Decalogo per l’agricoltura che verrà

Cambiamento climatici e prodotti tipici: il piano Coldiretti per il rilancio del settore e il Decalogo per l’agricoltura che verrà

Le Interviste di MR | AltoReno 20 Novembre 2021
Punti di forza e punti deboli della montagna. Strade, autostrade digitali e smartworking, potere attrattivo dell’ambiente montanino e dei prodotti tipici. Difficoltà derivanti dai cambiamenti...
Un faro in mezzo all'Appennino... miraggio? No, è a Gaggio Montano

Un faro in mezzo all'Appennino... miraggio? No, è a Gaggio Montano

Cultura 19 Novembre 2021
Un faro, solitamente, è usato per indicare una costa pericolosa, una scogliera, rocce appuntite e in generale tutto ciò che aiuta i marinai a rendere...
Tutto pronto per la stagione invernale 2021/2022, ma manca forza lavoro

Tutto pronto per la stagione invernale 2021/2022, ma manca forza lavoro

OnLine 18 Novembre 2021
Buona visione Intervista ad Andrea Formento, presidente di Federfuni Italia, ascoltato da Metropoli Rurali Alto Reno alla vigilia dell'inizio della stagione turistica...
Torna il dottore in montagna

Torna il dottore in montagna

L'opinione... 15 Novembre 2021
Alla fine il buon senso ha prevalso. La montagna pistoiese torna ad avere un medico di famiglia: sarà il dottore Gianmaria Brizzi, che da questo...
Ceri (G.B.C. S.r.l.): «Un capannone industriale in montagna? Costa un quinto rispetto alla piana»

Ceri (G.B.C. S.r.l.): «Un capannone industriale in montagna? Costa un quinto rispetto alla piana»

Economia & Lavoro 12 Novembre 2021
«Comprare un capannone a Campo Tizzoro non è la stessa cosa che comprarlo a Prato a Sesto Fiorentino. I costi sono sicuramente molto inferiori». Lo...
ADV