Magazine di informazione e opinione sull' Appenino Tosco-Emiliano
Image

La Statale 66 che si arrampica dalla piana pistoiese verso San Marcello, nel silenzio di boschi secolari, arrivata a Limestre, dopo una svolta, ci conduce ad un luogo veramente speciale: è il Dynamo Camp. É il primo camp in Italia di terapia ricreativa riservato a bambini e adolescenti fino ai 17 anni affetti da patologie gravi e croniche, alle loro sorelle e fratelli ed alle loro famiglie. Situato in un'oasi verde di oltre 900 ettari affiliata al WWF, nato nel 2007 da un progetto di riqualificazione industriale, il camp si propone di offrire "Un luogo magico dove la vera cura è ridere e la medicina è l’allegria". Si tratta di un caso unico di sinergia fra conservazione, fruizione ambientale e attivismo sociale.


Per i bambini ospitati gratuitamente "Dynamo Camp è un’opportunità per tornare ad essere semplicemente bambini, attraverso un periodo di divertimento e spensieratezza in un ambiente naturale e protetto, in cui la massima sicurezza è garantita dall’assistenza medica d’eccellenza e dalla supervisione costante di staff qualificato. Nelle strutture, perfettamente integrate nell'ambiente naturale, sono stati predisposti gli spazi per una vastissima gamma di attività volte, oltre che a divertire, a far ritrovare ai bambini la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità. Si va dallo sport al gioco con gli animali, dai laboratori creativi alle attività espressive, come il circo o il teatro.   


Dentro c'è di tutto: un tendone da circo, un teatro - struttura polifunzionale per varie attività al chiuso - gli studi di "Radio Dynamo", gli "Art Lab", un campo attrezzato per il tiro con l'arco. Non solo: c'è la prima struttura di arrampicata e parco avventura in Europa ad essere completamente accessibile anche ai bambini in sedia a rotelle e, in una costruzione in legno e vetro, la piscina di 1090 metri quadrati, riscaldata e accessibile con le sedie a rotelle. Non manca la fattoria, dove i bambini possono interagire con cavalli, caprette e conigli e praticare attività di "laboratorio naturale" sempre assistiti da uno staff qualificato.


Infine, in una struttura trasparente immersa nel verde, si trova la mensa, dove bambini e ragazzi si riuniscono per i pasti che sono anch’essi momenti di gioco e socialità, scanditi dalla ritualità del “buon appetito”, del “brindisino” e dei balletti finali.
Nei locali adiacenti si trova il "Clubmed", un’infermeria perfettamente attrezzata, ma allegra e colorata, dove medici ed infermieri d'eccellenza gestiscono direttamente le procedure di routine dei bambini. La filosofia di Dynamo è, infatti, di avere un'assistenza sanitaria sempre presente e in grado di intervenire tempestivamente, ma in modo discreto.


La struttura ricettiva consta di oltre 200 posti letto, suddivisi fra camere e "casette", occupabili a seconda delle sessioni (sessioni solo per campisti o sessioni familiari). Una bambina, uscita dal camp, ha detto: «È un’esperienza che cambia, fa capire la tua importanza. Tutti siamo unici e speciali e nessuno e niente riuscirà a fermarti nella tua vita. Dynamo Camp ti fa capire proprio questo».