Magazine di informazione e opinione sull' Appenino Tosco-Emiliano

"La bella montanina" è un menù fresco e leggero,adattissimo per le cene estive all'aria aperta. Ah, i mirtilli devono essere rigorosamente dell'Abetone...

Lasagnetta dell'orto
300 g di lasagne fresche all'uovo; 500 g di besciamella pronta; 350 g di zucchine; 200 g di carote; 200 g di champignon; 2 dl di brodo vegetale; 150 g di cipolle; 150 g di porri; un gambo di sedano; 80 g di grana grattugiato; 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva; sale e pepe q.b.

Pulire e lavare i porri, il sedano, le carote e le cipolle, prima di tritare il tutto grossolanamente. Mettete le verdure in una casseruola con 2 cucchiai di olio e fatele soffriggere a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto con un mestolo di legno. Pulite, lavate e affettate i funghi e le zucchine, poi aggiungeteli al trito e fate saltare il tutto a fuoco vivo. Salate, pepate e cuocete per circa 15 minuti, bagnando di tanto in tanto con brodo caldo. Al contempo, mettete sul fuoco una larga casseruola piena d'acqua. Quando l'acqua bollirà, salatela e immergetevi le lasagne, poche alla volta; cuocetele per 3-4 minuti, poi estraetele con un mestolo forato e disponetele su un telo bagnato con acqua fredda e strizzato.
Distribuite un cucchiaio di besciamella in una teglia ben unta e disponetevi uno strato di lasagne.  Mescolate la besciamella rimasta con le verdure e 60 g di grana e distribuitene qualche cucchiaio sulle lasagne. Continuare fino ad esaurimento ingredienti, terminando con il composto di besciamella e verdure. Aggiungere il grana rimasto e ifornate in un forno già caldo a 220° per 15 minuti, abbassando poi a 180° per altri 25 minuti.

Insalata di porcini crudi
4 cappelle di funghi porcini; 2 mazzetti di Rucola; 100 g di Parmigiano Reggiano; succo di Lime (di 1 frutto); 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva; Sale q.b.

Pulite i funghi porcini eliminando i residui terrosi con un pezzo di carta assorbente appena inumidito. Per l'insalata servono solo le cappelle: i gambi andranno benissimo per qualche altra ricetta.
Disponete le cappelle affettate su di un vassoio da portata, distribuitevi sopra della rucola e condite il tutto con un bel giro d'olio extravergine d'oliva e del sale in fiocchi.
Continuate realizzando altri strati di porcini e di rucola condendo ciascuno strato.
Ultimate il piatto aggiungendo delle scaglie di parmigiano e una spruzzata di succo di lime. Si può decorare il piatto di portata con bastoncini di parmigiano e fettine di lime.

Crostata di mirtilli neri selvatici.
Farina 00 280g; Burro120 g; Zucchero 130 g; Uova 1; Sale un pizzico;  Marmellata di mirtilli 200 g;Mirtilli un pugno; scorza di limone grattugiata.

Versate la farina, il burro tagliato grossolanamente a temperatura ambiente e un pizzico di sale in un mixer e frullate fino ad ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa. A questo punto unite l'uovo, lo zucchero e la buccia di limone grattugiata. Frullate nuovamente a velocità più bassa fino ad ottenere un composto morbido ma abbastanza compatto da staccarsi dal mixer. Lavorate l'impasto con le mani per qualche minuto su un piano da lavoro leggermente infarinato e fatene una palla che avvolgerete con la pellicola trasparente. Lasciatela riposare in frigo per un'ora.
Riprendete il panetto di pasta frolla, stendetene i 3/4 con l'aiuto di un mattarello su un piano da lavoro infarinato, fino ad ottenere una sfoglia spessa circa mezzo centimetro. Prendete uno stampo per crostate e adagiate la sfoglia di pasta bucherellandola leggermente con una forchetta ed eliminate i bordi di pasta in eccesso. Aggiungete uno strato di marmellata di mirtilli livellandola con una spatola. Lavate e asciugate i mirtilli freschi, spargendoli sulla marmellata.
Stendete la pasta frolla avanzata e ricavatene delle strisce larghe un cm, posizionandole a rete sulla crostata. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 35 minuti, modalità statica. Servirla a temperatura ambiente.