Magazine di informazione e opinione sull' Appenino Tosco-Emiliano
Image

Ha dell'incredibile quanto accaduto a Sambuca nella giornata di lunedì. I Carabinieri della Stazione di Sambuca Pistoiese hanno denunciato in stato di libertà,una quarantenne originaria della provincia di Pisa, perché ritenuta responsabile dei reati di omissione di soccorso e lesioni personali stradali.

La donna stava percorrendo via Nazionale, in località Ponte della Venturina del Comune di Alto Reno Terme, a bordo del proprio fuoristrada Hyundai Santa Fè quando, probabilmente a causa di una distrazione, ha tamponato l’autoe la precedeva, una Suzuki Ignis utilizzata dall’associazione di volontariato “Croce Verde” di Pistoia per il trasporto di persone gravemente malate che necessitano di essere accompagnate a fare terapie mediche.

Subito dopo lo schianto, il conducente della Suzuki Ignis è sceso dal mezzo per constatare l’entità del danno subito e tentare di scambiare i propri dati con la conducente dell’autovettura che lo aveva tamponato, ma questa non ha fatto discorsi: è scesa dall'auto insultandolo. Poi ha ingranato la prima e si è data alla fuga in direzione Pistoia con l'auto incidentata.

Il conducente del mezzo tamponato ha scattato una foto alla targa della Hyundai Santa Fè. I Carabinieri di Sambuca, una volta allertati, hanno inseguito e raggiunto sulla SS 64 “Porrettana”, a più di 15 km di distanza dal luogo del sinistro stradale.

Constata l'effettiva identità della “tamponatrice”, la donna è stata denunciata in stato di libertà per omissione di soccorso con conseguente immediato ritiro della patente di guida.

Che l'impatto non fosse cosa da poco lo dimostra anche il ferimento di una persona a bordo del mezzo tamponato: una donna sulla piccola jeep ha avuto la frattura di una costola, con una prognosi di guarigione di gg 30.

La quarantenne che ha tamponato il mezzo è stata quindi denunciata anche per il reato di lesioni personali stradali.